Cerca
  • Castaldi Carlo

Il visto J-1 Trainee

Aggiornato il: 4 giu 2018

Contatta lo studio legale Carlo Castaldi Consulenza Gratuita

Molti giovani italiani ed europei, oltre ad avere opportunità di perfezionamento accademico o professionale nell'ambito dell'Unione Europea, possono cogliere l'occasione di effettuarlo anche negli Stati Uniti e nelle sue prestigiose università o aziende. Infatti, l'America consente ai soggetti più meritevoli di partecipare a programmi di scambio di tipo culturale, sia lavorativo che appunto accademico. Tutto questo attraverso l'ottenimento del visto J-1.

Infatti, tale permesso consente ai ragazzi che vogliano perfezionarsi in vari ambiti di poter fare esperienza a contatto con strutture all'avanguardia e accanto a professionisti o altri giovani di altissima preparazione. Cerchiamo di capire come è possibile ottenere questo tipo di permesso, in particolare per effettuare uno stage in territorio americano destinato ai tirocinanti (Trainee).


Cos'è il visto J-1 per cosiddetti Trainee

Definito anche come J-1 visa exchange program, è destinato a coloro che vogliono effettuare uno scambio culturale negli Stati Uniti. I soggetti coinvolti sono persone e giovani con conoscenze approfondite o particolari capacità nell'ambito dell'istruzione, delle arti e delle scienze. In particolare, si va dagli studenti di vari livelli d'istruzione ai tirocinanti assunti da enti o aziende americane per effettuare corsi specifici, passando per studiosi o ricercatori e per insegnanti di vari livelli scolastici.

Requisiti per ottenere il permesso J-1 per tirocinanti

In particolare, tali soggetti possono essere: studenti universitari; neolaureati che hanno conseguito il titolo da meno di un anno e che entro tale termine devono avviare quest'esperienza in America; laureati da oltre 12 mesi e che abbiano almeno un anno di esperienza lavorativa nel settore o ruolo di candidatura; giovani professionisti, senza laurea, ma che abbiano 5 anni di esperienza lavorativa nell'ambito o ruolo per cui si concorre.

I trainees sono quindi, in generale, quei tirocinanti possessori di un diploma o di una certificazione professionale in un determinato campo, a cui si abbina almeno un anno di esperienza in tale settore. Naturalmente, per poter effettuare tale richiesta di visto, si devono possedere anche una conoscenza approfondita e certificata della lingua inglese, un ente o una società dove il soggetto possa svolgere il suo tirocinio e uno "sponsor", cioè un organismo o una persona referenziata che richieda l'ingresso del tirocinante per completare la sua preparazione o un programma in un certo ambito.

Infine, fatto non secondario, ciascun richiedente il permesso deve disporre di una somma di denaro sufficiente per poter pagare vitto ed alloggio durante il suo soggiorno in America. Tale cifra si attesta, indicativamente, almeno sui 1.500 Euro mensili.


Per maggiori informazioni vi invitiamo ad esporci le vostre esigenze o la vostra problematica, relativa all’accesso negli Stati Uniti, via e-mail all’indirizzo castaldicarlo@libero.it

Contatta lo studio legale Carlo Castaldi per una prima consulenza gratuita in materia di visti americani, visto E1, visto investitore E2, green card, visto USA negato, green card, visto K1, visto O1, visto L1, apertura società LLC e corporation.


Le informazioni contenute in questo articolo sono a scopo informativo e non fanno riferimento alla particolare situazione di un individuo o di una persona giuridica. Non costituiscono oggetto di consulenza legale o fiscale. Questi contenuti non possono sostituire la consulenza individuale da esperti in singoli casi concreti. Nessuno dovrebbe agire sulla base di queste informazioni senza un’adeguata consulenza professionale e senza un esame approfondito della situazione

39 visualizzazioni